IL CONSIGLIO COMUNALE DEL 28 APRILE 2016

La morte del Dott. Ferdinando FARRO ha addolorato TUTTI coloro che lo hanno conosciuto ; un dolore partecipato e condiviso con la sua famiglia in tanti modi diversi , derivati dai vari gradi di conoscenza e frequenza , ma tutti rivolti alla conferma di una stima profonda che il dottore ha conquistato con la sua capacità di uomo e professionista serio .
Avendo così dolorosamente concluso ogni atto di dovuta e meritata riconoscenza umana , prendiamo atto che la vita politica del Consiglio Comunale di Agropoli continua e cerchiamo di fare chiarezza alla data di oggi 04/05/2016 e cioè dopo l’avvenuta procedura di surroga del compianto consigliere Ferdinando FARRO.
In data 28/04/2016 è stata tenuta la seduta di Consiglio Comunale con 12 argomenti all’ordine del giorno e certamente non tutti costituenti argomenti prodromici per le finalità del prossimo bilancio di previsione e ,quindi , non tutti costituenti argomenti in imminente scadenza peraltro prevista ufficialmente per il 30/04/2016 e poi di Fatto ancora superata.
In tale seduta di Consiglio Comunale e su specifica richiesta-proposta del consigliere Pizza , sembra che il Consiglio abbia votato all’unanimità (a meno del sottoscritto che si è astenuto) di procedere solo alla lettura del titolo dell’argomento iscritto all’ordine del giorno e poi alla votazione per alzata di mano senza alcun intervento.
Ho scritto sembra perché ancora ad oggi non ho compreso , data l’assenza di funzionamento dei microfoni e soprattutto il basso tono vocale , se e come il Consiglio sia stato chiamato alla votazione di questa proposta ; come consigliere comunale di opposizione non ho accettato la proposta del consigliere Pizza perché non l’ho compresa e non sono riuscito ad inquadrarla e,quindi, a giustificarla come forma di rispetto verso il compianto consigliere comunale dott. Ferdinando Farro ; sulla proposta mi sono perciò astenuto da ogni commento ed ho atteso il FARE del presidente del Consiglio Comunale.
A questo FARE , conforme alla richiesta di Pizza , e su ogni lettura del titolo della proposta delibera ho espresso il mio voto che avevo maturato su quelle delibere che avevo puto esaminare in dettaglio nei soli tre giorni di tempo rimasti dall’invio della documentazione alla data fissata per il Consiglio .
Ho perciò espresso, con la sola alzata di mano , la mia astensione sulle delibere che non avevo potuto esaminare in dettaglio (dato il tempo concessomi) ed il mio voto contrario su due importanti delibere : contrario al Regolamento per la concessione in uso delle aree del Castello e contrario alla delibera che prevedeva l’impegno per il Comune di Agropoli di trasferire all’Unione dei comuni Alto Cilento le ulteriori risorse economiche afferenti il ciclo integrato dei rifiuti 201/2014.
Prima di passare alle dichiarazioni di voto contrario che avevo preparato e che qui pubblico , voglio riferirvi che ad oggi (04/05/2016) ancora non risultano pubblicate sul sito dell’Unione dei Comuni sia la delibera di Giunta unionale n. 34 del 28 novembre 2015 e sia la delibera di Consiglio Generale dell’Unione n. 6 del 19 dicembre 2015 ed a cui si fa riferimento nella assunzione del provvedimento deliberativo del Comune di Agropoli e per il quale ho espresso voto contrario.
Il sito dell’unione dei comuni Alto Cilento è aggiornato con la pubblicazione delle delibere di Giunta e di Consiglio fino all’anno 2014.
Con tanta stima
Agostino Abate – consigliere comunale –
per leggere la dichiarazione di voto di cui al regolamento per l’uso delle aree del castello CLICCARE QUI
per leggere la dichiarazione di voto di cui al trasferimento di risorse economiche per l’Unione dei Comuni CLICCARE QUI