CONSIGLIO COMUNALE DEL 5 AGOSTO 2014

nel corso della seduta del successivo consiglio comunale del 5 agosto 2014 ho risposto al presidente con la seguente dichiarazione che ho puntualmente allegato a verbale.

—— E’ lei che fin dal primo giorno di questo insediamento consiliare ha tenuto e tiene un atteggiamento di esasperata difesa per non essere attaccato da Chi avrebbe mille ragioni politiche e mille ragioni umane per gridarLe in faccia di essere un traditore ed un opportunista elettorale .
Nella mia lunga vita da uomo libero , e non da politico soggiogato dai frutti del potere , prendo atto di non aver mai incontrato opportunisti peggiori dotati di un tale linguaggio e di un tale comportamento biforcuto tanto da disorientare anche se stesso .
Riferisco perciò che non intendo rinunciare in quest’aula , né in altre situazioni politico-amministrative , ai miei diritti di consigliere comunale e che non intendo accettare di essere intimorito dai Suoi attacchi verbali e tanto meno da quelli di eventuali altri e che sono disposto a qualsiasi tipologia di confronto sulla verità dei Fatti di ogni natura .
Sono sempre disposto a pesare i rispettivi frutti personali e di gruppo percepiti dalla politica e sempre disposto a documentare la passata e presente “ occupazione” istituzionale , e non solo , con chiunque abbia voglia di farlo e con qualsiasi forma o sostanza voglia farlo.

Ritornando alla mia interrogazione da Lei mai evasa, ed è perciò che ha inscenato quelle abominevoli accuse , Le ricordo per l’ultima volta che lo STATUTO di questo nostro comune riferisce in modo chiaro e preciso quali sono i miei diritti di consigliere comunale e cioè il diritto ad ottenere, da parte del presidente del consiglio comunale, un’adeguata e preventiva informazione sulle questioni sottoposte all’organo, anche attraverso l’attività della conferenza dei capigruppo.
E siccome io non sono parte di alcun gruppo ho il diritto di ottenere da Lei le informazioni dovute per Statuto e Lei li darà !
A tal proposito denuncerò anche la sua ultima presa di posizione relativa al Fatto che Lei ha deciso di non trasmettere più , per posta elettronica , i documenti del Consiglio Comunale in quanto, a suo dire , si sarebbe creata confusione fra la data di trasmissione e la data effettiva di approntamento della stessa e pertanto i consiglieri si dovranno recare fisicamente presso gli Uffici per ritirarli.
Francamente ad una tale presa di posizione , corrente nell’anno 2014, non ho nemmeno la forza di rispondere ricordandoLe comunque che sono privo di gruppo consiliare e,quindi , Lei ancora una volta sta tentando di costringere l’opposizione verso percorsi che sa bene che non accetterò mai.
Provvederò a denunciare queste arretratezze e questo modo di fare autoritario .
La politica autoritaria , peraltro frutto di tradimenti giudaici e fioriera di vantaggi ultra misura per i propri gruppi e di ingiustizie sociali verso altri gruppi , non mi ha mai convinto e non mi convincerà per la resa e siccome il mio ruolo di consigliere comunale di opposizione mi consente di vivere ogni occasione politica e normativa nel solo interesse di ogni cittadino che ancora crede nel dialogo e nella condivisione di ogni scelta che riguarda il suo futuro , continuerò ad esercitare tale ruolo in modo convinto e tanto da convincere Chi ha interesse ad ascoltarmi.——-

Agostino ABATE – consigliere comunale –