IL REFERENDUM COSTITUZIONALE (?)

Le frasi pronunciate dal governatore della regione Campania sono inquietanti sia per la legittimità del risultato del referendum costituzionale e sia per la “vita politica” della nostra città di Agropoli.
Mettere nelle mani del governo e dei suoi adepti la cosiddetta riforma costituzionale fa ricordare con brivido emozionale e con positività le parole di Calamandrei :
“Nel campo del potere costituente il governo non può avere alcuna iniziativa, neanche preparatoria”. “Quando l’Assemblea discuterà pubblicamente la nuova Costituzione, i banchi del governo dovranno essere vuoti”.
Adesso non solo il governo ha messo mano alla riforma ma , con adepti diretti e spregiudicati, condiziona addirittura l ‘esito del referendum indirizzando gli elettori con metodo clientelare verso il voto SI .
E’ penoso poi , ancor di più , conoscere che ad Agropoli esiste “una clientela organizzata, scientifica, razionale come Cristo Comanda” , alle dipendenze del Sindaco e che è pronta , in cambio di “offerte”, a disturbare il risultato del referendum più importante per la nostra vita democratica.
Già questa accertata (a meno di falso del giornalista) dichiarazione del governatore della Campania, con cui si richiamano anche finanziamenti governativi in arrivo , dovrebbe far tremare le aule della magistratura al punto tale da intervenire entro 48 ore per risolvere il dramma della Campania e , quindi , della intera nazione.
L’istigazione al turbamento del risultato elettorale (sostenuto : con promesse di finanziamento alla regione – con ringraziamento per gli imminenti arrivi e con esaltazione delle clientele) non è assolutamente da sottovalutare anche perché in questa regione la spregiudicatezza del governatore ne ha permesso la conoscenza a noi cittadini , mentre rimane ancora possibile che in altre regioni le stesse promesse sono tenute più nascoste .
In questo modo il GOVERNO ha già compromesso l’esito del referendum.
Per quanto riguarda poi il caso AGROPOLI mi sento solo di dire : grazie a questa spregiudicatezza del governatore abbiamo avuto conferma “istituzionale?” di tante cose .
Ovviamente il tutto non finisce qui; continueremo.
Agostino ABATE


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/agost448/public_html/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 405

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *